Il presente è ciò che ci interessa ma quello di cui, però, dobbiamo essere consapevoli, è che abbiamo dell esigenze anche nel futuro. Questo è il primo motivo per il quale è consigliabile accantonare qualcosa in prospettiva di un possibile maggior consumo futuro o per partecipare a progetti importanti e investire. In poche parole: risparmiare.  Per iniziare a risparmiare sistematicamente parte dei propri introiti l’azione principale è  quella individuare la propria capacità di risparmio. Infatti è possibile scegliere liberamente sia la cifra che il periodo di tempo per il quale ci si vuole impegnare a versare.

Ma perché dovrei avere un Piano di Risparmio ?

Pianificare il futuro è oggi più che mai indispensabile. Pianificare per integrare la pensione, per finanziare gli studi dei figli e per centrare tutti gli obiettivi fissati lungo la vita. Ma anche per garantire un capitale per il futuro dei figli, o mettere da parte risorse per qualsiasi imprevisto che non è possibile prevedere. La necessità di integrare la pensione è sicuramente una delle esigenze più sentite.

 

Risparmiare nel 2020

Gli strumenti per iniziare ad accumulare un capitale da utilizzare negli anni a venire sono tanti, ed una delle migliori soluzioni presenti sul mercato degli investimenti sono i piani di accumulo del capitale, comunemente detti PAC.

I piani di accumulo sono strumenti molto utilizzati perché flessibili, infatti, permettono di accumulare capitale su uno o più fondi di investimento versando una quota, di importo minimo variabile, con cadenze periodiche a scelta del risparmiatore e sono strumenti funzionali al piccolo risparmiatore proprio perché consentono di accantonare piccole somme. Il pac è uno strumento che fa della flessibilità e della sicurezza le sue peculiarità più attraenti I rendimenti al momento sono buoni anche se non altissimi e variano in base alla scelta che si desidera fare, per questo serve oculatezza al momento della loro sottoscrizione possibilmente con l’aiuto di un consulente.

 

Piani di Accumulo

Altra soluzione molto comune, è il Piano Individuale Pensionistico (PIP); una forma di previdenza complementare che integra quella che sarà la tua pensione pubblica.

L’adesione a un fondo pensione consente di:

Tutti possono aderire ai fondi pensione, in maniera individuale o collettiva, prevede per ogni iscritto un conto pensionistico individuale su cui affluiscono i suoi versamenti contributivi. Le somme versate sono custodite presso un depositario autorizzato (una banca o un’impresa di investimento) e investite nei mercati finanziari, allo scopo di ottenere rendimenti che nel tempo accrescano il capitale accantonato e di conseguire prestazioni pensionistiche integrative rispetto alla previdenza obbligatoria.

 

Fondi pensione

I fondi pensione aperti sono costituiti sotto forma di patrimonio separato e autonomo da quello della società che li ha istituiti e sono destinati al pagamento delle prestazioni agli iscritti.

Al momento del pensionamento potrai scegliere di avere tutto il capitale accumulato in forma di RENDITA vitalizia, fino al 50% del capitale in unica soluzione. Naturalmente anche La pensione complementare può essere reversibile al coniuge. In caso di premorienza durante la fase di accumulo il capitale può essere riscattato dai tuoi eredi o dalle persone che hai designato.

Risparmiare è facile se sai come fare. Se vuoi un aiuto parla con i nostri consulenti !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *