Hai versato contributi per oltre 30 anni e non sai quale sarà il tuo reddito?

Vorresti mantenere lo stesso tenore di vita una volta terminata l’attività lavorativa?

Il tema pensionistico è importantissimo sia che tu sia giovane o  vicino al raggiungimento di questo traguardo. Per via del patto Intergenerazionale , in Italia, le pensioni vengono pagate con i contributi dei lavoratori attivi, le cui pensioni saranno poi pagate con i contributi dei giovani che entreranno nel mondo del lavoro, per questo diventa necessario aderire ad una Pensione Integrativa. Il calcolo della pensione ci permette di stimare, in base alla tua “storia” lavorativa, il reddito mensile che percepirai al raggiungimento dell’età pensionistica, normata ora dalla riforma Fornero, che ha mutato le precedenti leggi. Sostanzialmente esistono due tipi di pensioni, quella anticipata e quella di vecchiaia, oltre alle pensioni di invalidità, reversibilità e altre categorie. Vediamo che requisiti sono necessari, cosa dice la riforma e come puoi migliorare la tua posizione.

Pensione Anticipata: il lavoratore deve aver versato Contributi previdenziali per 42 anni circa, e raggiunge la pensione qualsiasi sia l’età anagrafica.

Pensione di Vecchiaia : spetta al lavoratore una volta compiuti 67 anni e versato almeno 20 anni di contributi , tali requisiti saranno in vigore fino al 31 Dicembre 2022.

 

 

Secondo la nuova riforma pensioni presente nel programma di lavoro dell’attuale governo tornerà ad essere tema centrale il welfare, e sarà prevista una pensione di garanzia per chi ha un basso reddito e per chi assiste gli anziani. Le donne potranno sfruttare l’ “Opzione Donna” che le permetterà di andare in pensione a 58 anni compiuti con almeno 35 di contributi. Non ci saranno variazioni per la cosiddetta quota 100 almeno fino al 2021.

A quanto ammontano le pensioni?

L’Inps eroga oggi mensilmente la pensione a 22 milioni di italiani, di cui il 65% inferiori ai 1000 euro. Se pensiamo che col passare degli anni il costo della vita crescerà mediamente del 2% ( inflazione ), per sostenere quegli impegni che ti sei preso in base al reddito che deriva dal tuo lavoro principale e per tenere lo stesso tenore di vita diventa necessario intervenire autonomamente per aumentare il più possibile la propria quota di reddito.

Come posso prevenire questa mancanza?

La soluzione più idonea è quella di aderire ad una Pensione Privata Integrativa. Per effetto delle riforme pensionistiche le future pensioni saranno via via più basse in rapporto all’ultima retribuzione percepita ; per far fronte a questa tendenza, alla previdenza pubblica è stata affiancata la previdenza integrativa.

I Fondi Pensione sono fondi nei quali vengono versati i capitali dei lavoratori previdenti, che vengono investiti dalle Compagnie in base alla scelta del grado di rischio e permettono al sottoscrittore di avere una rendita vita natural durante. Si aderisce al fondo in maniera individuale o collettiva a seconda del fondo pensione di riferimento istituito per il tuo settore o previsto dalla tua azienda. In questo caso la pensione integrativa viene alimentata dal TFR e dai contributi trattenuti in busta paga

Si dividono in Fondi Aperti, Pip e Fondi Chiusi, vedremo le varie tipologie specificatamente in un altro articolo, e nello specifico durante la consulenza.

Quali sono i quindi i VANTAGGI immediati ?

Oltre ad avere una garanzia di continuità del proprio reddito chi ha una pensione integrativa usufruisce immediatamente di un risparmio fiscale. Infatti è possibile dedurre dal reddito fino a 5.164 euro annui versati nei fondi, usufruire della tassazione agevolata e c’è libertà sia di sottoscrizione che di versamento, sia nella scelta dell’importo mensile che annuo. Il patrimonio accumulato è intoccabile e vigilato dalla Commissione di Vigilanza sulle Pensioni, la Covip.

Questa soluzione ti permette di costruire nel tempo la tua stabilità economica, e di avere sempre a disposizione ( fino al 75% ) un capitale utilizzabile anche per l’acquisto della prima casa o qualsiasi altra primaria esigenza. Sia che tu sia un dipendente o un libero professionista o amministratore di azienda potrai usufruirne ed avere vantaggi diversificati a seconda della tua storia lavorativa.

Quello che vogliamo è aiutarti a prevenire queste sicure mancanze di reddito, e oggi con tutti gli strumenti a nostra disposizione, possiamo raggiungere la sicurezza economica con una corretta azione di prevenzione.

Mettiamo a tua disposizione il servizio di Calcolo Pensione gratuitamente.

Se conosci la situazione e ti ci ritrovi ma ancora l’ hai affrontata e agito puoi affidarti ad un nostro consulente prenotandoti nella home page del sito.

#mallevaconsulting #consulenza #pensione #reddito #integrativo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *